FRAGALA

Titolo:

Fragalà


Durata:

30'


Attori e Attrici:

Marzia D'Angeli, Domenico Pizzulo, Alessandro Valoroso.


Musiche:

Domenico Pizzulo


Disegno luci:

Teatro Ebasko


Scenografie:

Teatro Ebasko


Costumi e oggetti:

Teatro Ebasko


Produzione:

Teatro Ebasko aps [2020]


Co-Produzione:

Regione Calabria, Teatro Ridotto.


Drammaturgia:

Teatro Ebasko


Regia:

Simone Bevilacqua


SINOSSI SPETTACOLO


Nello sfilacciare il filo rosso della Storia, Angelina svolge il ruolo della Memoria collettiva, narrando le gesta dei ribelli; gli uomini in lotta per la terra e per la sopravvivenza si faranno portavoce di altri personaggi (il barone Berlingeri, Francesco Nigro, Giovanni Zito, il carabiniere) costruendo una dialettica ricca di contrasti e opinioni. Trasformare un fatto recente in un mito contemporaneo raccontando le ingiustizie sociali e il sacrificio involontario
dei tre contadini liberi, agisce sulla storia come una tragedia greca.


Narrare di valori quali libertà, lotta, ribellione e rivendicazione in forma romantica e romanzata ci dà la possibilità di approfondire i temi delle disparità tra classi, della proprietà privata, dell’orgoglio per il proprio lavoro e soprattutto dell’etica di una comunità.


Fragalà è uno spettacolo di prosa che utilizza musica dal vivo, balli e canti in una narrazione naturalistica. Il gruppo ha lavorato su reperti scritti e fonti orali in collaborazione con Alfonso Calabretta. Dopo questa ricerca bibliografica, si è fatto un lavoro improntato su analogie e fatti reali, ma soprattutto su documenti storici. Metaforizzare storie moderne con storie archetipiche; trasformare i personaggi rurali in eroi epici è uno dei tratti connotanti del lavoro del gruppo.


In scena ci sono 3 artisti in dialogo con la musica dal vivo: 1 musicista; 1 attore; 1 attrice. I tre, per mezzo di intrecci, racconti, azioni, balli, letture e metafore, racconteranno i fatti di Fragalà, feudo-avamposto delle riforme contadine italiane del ’56.