Teatro Ebasko
CIRCE

Titolo:

Circe


Durata:

35'


Attrici:

Marzia D'Angeli


Voce Omero:

Mario Barzaghi


Musiche e registazioni:

Teatro Ebasko, Domenico Pizzulo


Disegno luci:

Stefano Cane


Scenografie:

Giano MF srl


Costumi e oggetti:

Associazione CreArte e Teatro Ebasko


Produzione:

Teatro Ebasko aps [2021]


Co-Produzione:

Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Comune di Melissa.


Consulenza alla regia e drammaturgia:

Mario Barzaghi


Regia:

Simone Bevilacqua


SINOSSI SPETTACOLO


Circe, figlia di Elios, prima maga della storia occidentale. Esiliata sull’isola di Eèa, condannata a vivere l’immortalità nell’isolamento, ai margini di un mondo maschilista e brutale. La convenzione la vede come una dea controversa, seduttrice, ammaliatrice.

Questa Circe, invece, parla una lingua diversa. Quella intima di una donna che tra vittorie e sconfitte, nell’incapacità di essere definita e definitiva, trasforma il suo mondo a seconda delle sue passioni. La sua bipolarità contiene la debolezza nei confronti del padre e la forza per la sua indipendenza. il suo amore per Odisseo è pieno e vuoto allo stesso tempo.


Attraverso momenti della vita della ninfa, racconteremo il punto di vista della donna che subisce la tirannia degli dèi essendo essa stessa una dea. Racconteremo della donna che esiliata ai margini del mondo ellenico ristabilisce il suo ordine, affrontando paure e incertezze. Racconteremo dell'amante perspicace che libera Odisseus e gli consiglia il viaggio di ritorno.

Circe è una creatura unica nella sua sofferenza e questo, più del suo mito, la rende immortale.