RAME FESTIVAL

Ra.Me. • Le Radici del Mediterraneo

la residenza culturale di Teatro Ebasko a Melissa (KR) che nel 2020 diventa festival di teatro e arti performative

Ra. Me. il progetto di riqualificazione culturale

RaMe è un progetto di Teatro Ebasko che ha luogo a Melissa (KR) Calabria dal 2017.


Nasce come evento del programma ErasmusPlus (E+), poi si sviluppa in un vero e proprio progetto abitativo del borgo antico di Melissa. Artisti, performer, compagnie, critici e studiosi di teatro si riuniscono per alcuni giorni in una residenza temporanea durante la quale si vive a ritmo del paese, mettendo al centro del dibattito sociale arte e cultura. Nel 2018 nasce Casa Kyma, il centro culturale/foresteria che accoglie gli ospiti delle residenze. RaMe avvia nel 2020 anche un progetto parallelo: lo Y.I.A.S. (Young International Art Symposium) ovvero un gruppo internazionale di giovani che riflette sull'arte comtemporanea e le sue derive. La radice internazionale è legata agli E+ che vengono svolti proprio a Melissa. Il fine principale del progetto è quello di far dialogare i cicli naturali della tradizione contadina con le pratiche del teatro sociale e dell’arte, riqualificando attraverso questi, un territorio sfavorito dal progresso economico e dall'andamento dei flussi migratori.

Immaginiamo Melissa come un futuro polo culturale, centro propulsore di attività artistiche e riqualificazione.

RaMe • Festival di Teatro e Arti Performative

Nel 2020 il progetto di riqualificazione culturale esordisce con il Festival di Teatro e Arti Performative.


L'edizione "zero" del 2020 (che intendiamo come edizione pilota), pone le basi per la progettazione futura. Il festival è la massima espressione della poetica del progetto poiché raccoglie la comunità di Melissa, gli artisti internazionali e l'evento spettacolare. Mettere in stretto dialogo il territorio di Melissa (luoghi, cittadini, istituzioni) con il teatro e l'arte contemporanea, significa immaginare un'alternativa alla società in cui viviamo quotidianamente; significa scardinare il concetto di periferia e marginalità; porre al centro del tema quesiti globali affrontandoli con uno sguardo locale. L'idea che ci è d'isipirazion è quella delle grandi feste che in antichità venivano fatte durante la primavera o al cambio delle stagioni. Attraversare temi sociali e d'attualità per mezzo dell'esperienza spettacolare, vuol dire ambire ad una catarsi collettiva in grado di emancipare la comunità e gli ospiti del festival.

Quali figure sono coinvolte nel festival?

artisti & performer

il festival funziona quando ci sono artisti da guardare, che siano attori, performer, musicisti, cantanti...

staff & volontari

...senza lo staff operativo e senza una mano dei volontari, il festival non si potrebbe fare...

partecipanti & spettatori

...ma anche senza i partecipanti alla residenza culturale e gli spettatori residenti che vengono per gli eventi!

PARTECIPA A RAME!

cliccando al pulsante sottostante puoi vedere le call aperte per il Festival RaMe e iscriverti a quella che ritieni più opportuna (artista, volontario o partecipante)!

42178443_1913057265449418_5011800584697675776_o
42139120_1913056992116112_1032052659516866560_o
IMG_3745
IMG_4636
IMG_4602
IMG_3230
IMG_3179
IMG_3078
image00084
image00014
image00004
WhatsApp Image 2019-07-16 at 09.08.18
WhatsApp Image 2019-07-16 at 09.08.16
WhatsApp Image 2019-07-16 at 09.08.21

Perché Melissa?


Perché è un luogo impervio, eroso dal tempo e dagli uomini, ma ancora intatto nella sua dignità. La natura è governata dall'uomo, ma è padrona del ritmo e della vita dei suoi abitanti. Storie antiche legano questo paese al destino dell'umanità e le sue coste esposte all'est del mondo, verso Grecia e Albania, sono state bersaglio di miti e leggende, eserciti stranieri e mostri marini. Melissa è stata la casa e il rifugio di donne esiliate e briganti scomparsi; il teatro di lotte contadine che hanno influenzato riforme agrarie su scala nazionale; le colline ioniche alle pendici della Sila che hanno nascosto il progressismo devastante del XX secolo, immacolando tradizioni e ritualità ancora vive. Con il progetto RaMe, Teatro Ebasko cerca di creare un ponte culturale tra la natura primordiale del paese e il rito ancestrale del teatro. Costruendo un dialogo con il territorio melissese, fatto di uomini e donne, terra, fuochi e storie. Tutelando un patrimonio intangibile da preservare, mettendolo in contatto con l'immediatezza del teatro contemporaneo e dei suoi temi d'attualità su scala internazionale.

Partner del festival