PROGETTI

PROGETTI SOCIO-CULTURALI

Fin dall'inizio, Teatro Ebasko, è stato attivo dal punto di visto socio-culturale. Sviluppare progetti socio-culturali che accompagnano le varie produzioni è diventato nel tempo un "modus operandi".


Grazie al sostentamento economico derivante dai progetti e alle attività culturali e di recupero sociale incluse in questi, la compagnia può stabilire una ricerca nel campo socio-culturale e umano per avviare dei ragionamenti sui temi dell'attualità. Dal confronto, lo studio, le ricerche sul tema prestabilito, nascono delle tracce che poi si trasformano in spettacoli in un ciclo virtuoso di progettazione, scambio e risultato finale (prodotto).

Roots of the Mediterranean [anno ideazione: 2016/17] progetto vincitore del programma Erasmus+ K1 2017


Roots of the Mediterranenan è un progetto culturale di residenza teatrale nel borgo antico di Melissa (KR - Calabria).


Il fine principale del progetto è quello di far dialogare i cicli naturali della tradizione contadina con le pratiche del teatro sociale e dell’arte, riqualificando, attraverso questi, un territorio sfavorito dal progresso economico e dall'andamento dei flussi migratori.


Teatro Ebasko, gruppo di teatro nato a Bologna nel 2015, intende creare un ponte culturale tra Melissa, Bologna e L'Europa.

Ra.Me. - Le Radici del Mediterraneo [anno ideazione: 2017] progetto vincitore del bando "la buona vernice" di Renner IT

Il progetto “Le Radici del Mediterraneo” (coevo ma seguente a Roots of the Mediterranean) è una residenza culturale-artistica nel borgo calabrese di Melissa che ha l'intento di rigenerare spazi e luoghi del paesino del sud-Italia. Il fine della rigenerazione è dar vita a un quartiere artistico in grado di accogliere centinaia di ospiti da tutto il mondo. Sale museali, il cinema restaurato, la biblioteca digitale, scuole, palestre, piazze, bar, giardini e strade saranno utilizzati come centro di ritrovo e permanenza per la costruzione di eventi, spettacoli e progetti socio-culturali. 

image00015
image00013
image00009
image00004
WhatsApp Image 2019-07-16 at 09.08.20
WhatsApp Image 2019-07-16 at 09.08.18
WhatsApp Image 2019-07-16 at 09.08.19
WhatsApp Image 2019-07-16 at 09.08.16
WhatsApp Image 2019-07-16 at 09.08.14
WhatsApp Image 2019-07-16 at 09.08.15
WhatsApp Image 2019-07-16 at 09.08.21
WhatsApp Image 2019-07-16 at 09.08.22
WhatsApp Image 2019-07-16 at 09.08.19 (1)

POVERARTE FESTIVAL sez. teatrale [anno ideazione: 2016-17] • progetto in collaborazione con Humareels

Poverarte - Festival di tutte le Arti è un nucleo di associazioni composte da under 30 che opera da anni nell'ambito dell'espressione delle arti indipendenti, mutando il concetto di fruizione dell'esposizione artistica nel segno dell'incontro fra le arti, fra gli artisti, con il pubblico.

TRASPARENZE FESTIVAL [anno inizio collaborazione: 2016; fino al 2019] • progetto del Teatro dei Venti

Trasparenze Festival, un’occasione di incontro tra artisti, operatori e un pubblico eterogeneo. Uno spazio per valorizzare i modelli e i processi creativi, al fine di stimolare una movimentazione dell’arte più dinamica e aperta dell’attuale, capace di riflettere le contemporaneità che ci sono e quelle che verranno. Nel mezzo di un processo storico pervaso da scoramento, Trasparenze si pone in scia con i tanti progetti che in questa fase nascono e si mobilitano, per una pulsione dal basso, sorretti dalla necessità primaria d’immaginare vedute possibili e soprattutto nitide.
Con questo progetto non cerchiamo di scoprire qualcosa di nuovo, ma qualcosa di sommerso, quella brace sotto la cenere che tiene calda la cultura e l’arte.

CONVEGNO INTERNAZIONALE SUL TEATRO SOCIALE "Che Arte Sarà?" [anno 2018] • all'interno del Trasparenze Festival; in collaborazione con il Teatro dei Venti

Teatro Ebasko dal 2016 supporta il Teatro dei Venti nel Trasparenze Festival; nel 2018 produce e organizza la sezione relativa al convegno sul teatro sociale “Che arte sarà?” che raccoglie più di 80 studiosi, critici ed esperti di teatro nel mondo. 


“Viene da chiedersi dove sia, oggi, il teatro: che strade stia percorrendo, che dinamiche stia affrontando. Di fatto, da tempo, si registra una vitalità inusitata, ma non sorprendente, in quel teatro ampio, vario, complesso che nasce dal mondo della diversità e del disagio.
Nel teatro che si definisce “sociale”, figlio di origini segnate da marginalità o difficoltà, il rapporto attore-spettatore si rinnova; la regia re-inventa pratiche di montaggio arricchite dal confronto, a volte dalla cura, del disagio; la drammaturgia parla lingue e storie impregnate di alterità. È un teatro che ha in sé le stimmate della necessità e dell’eticità, “prodotti” scenici che conservano una matrice forte di inclusione e di ascolto.“


Da tale convegno è in corso di creazione un saggio scientifico sulla giornata d'incontro. Il libro è previsto in uscita per dicembre 2019.

Teatro Ebasko A.P.S.
P.I./C.F. 13764551001

S.L. via dell'uccellino 7, BO