LABORATORI

LABORATORI E WORKSHOP

 

Teatro Ebasko predilige la dimensione del laboratorio teatrale permanente, grazie alla quale può radicarsi al territorio circostante e avviare un  confronto attivo con la società. Riconosce nel Teatro lo strumento migliore per creare una consapevolezza fisica e civile.


Teatro Ebasko promuove e conduce laboratori teatrali permanenti, residenze laboratoriali e workshop con la cittadinanza. Invita professionisti del mestiere, nell’intento di approfondire la pratica individuale e prendere consapevolezza di quella colettiva.

LIMEN - MINIS O DELL'IGNOTO • LABORATORIO SPERIMENTALE          Ottobre 2018 - Aprile 2019

Un percorso per esplorare le possibilità espressive del proprio corpo; il rapporto con lo spazio e con i compagni. Si lavorerà in relazione a musica e immagini. Si partirà da un lavoro basilare sui colori, le temperature che trasmettono, la musica che può accompagnarli e di conseguenza il movimento che ne scaturisce; Il tema è l’ignoto, il limite fra oscurità e luce, la liminalità. Si faranno esercizi di drammaturgia fisica, costruzione scenica, ritmo, analisi teatrale, improvvisazione e montaggio collettivo secondo la relazione regista/attore.

limen-mĭnis-1
IMG_9266
IMG_9268
IMG_9223
IMG_9226

SOGNO DI LUNA • LABORATORIO SPERIMENTALE DI TEATRO           Ottobre 2017 - Aprile 2018

Il laboratorio sperimentale è tenuto dal regista della compagnia Simone Bevilacqua; è aperto a tutti e predilige la relazione regista/attore. Il lavoro si basa sul metodo dell'attore creativo, guidando il partecipante nella costruzione di azioni teatrali, da trasformare in scene, in figure caratteristiche o "pre-personaggio" da rielaborare in uno spettacolo finale. Si faranno esercizi di drammaturgia fisica, costruzione scenica, ritmo, analisi teatrale, improvvisazione e montaggio collettivo.

IL CATTIVO NUOVO          Gennaio 2017 - Aprile 2017


«Non c'è dunque nessuna via di uscita? Una ce n'è. E la indica la nuova classe in ascesa. Non si tratta di un ritorno indietro. Non si riallaccia alla bontà del vecchio ma alla cattiveria del nuovo. Non si tratta di demolire la tecnica, bensì di svilupparla. L'uomo non ridiventerà uomo uscendo dalla massa ma inserendosi in essa.» Il laboratorio prevede una prima fase di allenamento intensivo sul corpo. In questa parte si lavorerà sulla memoria fisica dell’attore e sulla creazione di un’azione chiara e finita. Si indagherà su come gli impulsi interni agiscono sui movimenti; sulla differenza tra movimento e azione e sulla capacità di reazione e relazione dell’attore. Un argomento principale sarà il lavoro sulla presenza: l’essere “dentro” e lo stare “fuori”. Tutto il laboratorio avrà come idea di fondo la ricerca tra impressione ed espressione, interno ed esterno, verità e finzione. Si lavorerà su queste tematiche partendo dagli stimoli esterni e dagli impulsi fisici, attraversando un lavoro ritmico fondamentale per la coordinazione tra corpo e mente.

INDIFFERENZA DI GENERE         Novembre 2016 – giugno 2017

Il laboratorio verte sui temi delle pari opportunità. Non solo sulle differenze che la società impone nel guardare l’uomo o la donna, ma anche a tutta quella rivalsa spirituale che contraddistingue i due sessi.

Il percorso teatrale tende ad abbattere i luoghi comuni nei confronti del “femminile” e del “maschile” e non mette al centro nessuno dei due, oggettivando lo sguardo nel modo che dovrebbe fare una società evoluta.

La compagnia Teatro Ebasko seguirà un percorso plurimo partendo dal corpo, dagli istinti fisici dell’uomo e della donna, sviluppando le differenti attitudini a favore di una libertà d’espressione totale, incondizionata che vuole amplificare la consapevolezza di se stessi.

Partendo dal corpo si snoderanno esercizi e impulsi tali da far scaturire "situazioni emotive” tese ad ampliare l’empatia sociale, al fine di conquistare un senso artistico comune e al tempo stesso individuale.

EHI, BICI A ME?          Novembre 2015 – Giugno 2016

Laboratorio teatrale condotto dal regista della compagnia, affiancato dagli attori. Un percorso gratuito per gli studenti dell’Alma Mater Studiorum, in collaborazione con l'associazione l’Altra Babele. I partecipanti, guidati dal regista e gli attori della compagnia, scriveranno la drammaturgia dello spettacolo e faranno proposte creative per ogni scena. Il tema dato è “La bicicletta”, esplorato da diversi punti di vista: la tecnica, l’ecologia, il limite e la “biciromantica”, ovvero storie legate al proprio rapporto con la bicicletta. Lo scenario è la città di Bologna: attori e spettatori si spostano in bicicletta da una piazza all’altra, dove avvengono le quattro tappe dello spettacolo.

SPONSOR & PARTNER


VIA DELL'UCCELLINO 7 • 40141 BOLOGNA, ITALIA
INFO@TEATROEBASKO.COM

P. IVA • 13764551001