MÈLISSE

MÈLISSE


Un cerchio di spettatori deputa lo spazio per un sabba contemporaneo; un susseguirsi di rituali svela l’incessante scorrere del tempo, mostrando le diverse fasi della vita: l’infanzia, l’età adulta, la maturità. Tre donne, provenienti da epoche e culture diverse, accorpano alla funzione del rito, storie di vita quotidiana evocando il momento liminale fra la vita e il suo oltre.


Una sposa-bambina, una rivoluzionaria, una madre in fuga si trovano nello stesso spazio a testimoniare l’ingiustizia sociale dell’essere donna. In una discesa verso i margini della società civile, le donne da dee statuarie diventano prostitute e streghe, curatrici sconfitte dei mali del mondo.


I due aspetti dell’esistenza, quello materiale e quello spirituale, corrono paralleli senza potersi mai ricongiungere se non nel segreto del sabba, luogo fisico e mentale ai confini, nelle periferie dell’anima e delle civiltà di tutti i tempi.


Il contrasto tra purezza e mercificazione mette in evidenza come figure, ruoli e stereotipi sulla donna ne siano lo specchio involontario e abusato, oggi come secoli fa. Fino all’ultimo atto espiatorio e definitivo, il sacrificio del Cristo fattosi donna, della Dea scesa nella melma che attraverso la propria sofferenza e morte, torna ad essere la Madre di tutti gli uomini.

Teatro Ebasko A.P.S.
P.I./C.F. 13764551001

S.L. via dell'uccellino 7, BO