BIOGRAFIA

BIOGRAFIA ROMANTICA - TEATRO EBASKO

 


ESPERIMENTI DI COLLETTIVITÀ • INCIPIT STORICO • ASSOCIAZIONE THALÌA


Il 21 Ottobre 2013, a Bologna, nasce l'Associazione Culturale (No Profit) Thalìa.


Tale Associazione promuove lo sviluppo e la ricerca dell'arte in ogni sua forma, principalmente in quella teatrale, cinematografica, figurativa e musicale. Per volontà del presidente fondatore e allora laureando Simone Bevilacqua, prende vita una rete di amicizie (in gran parte cresciuta nell'ambiente universitario del DAMS) che tende a una prima forma di collettivismo organizzato. Gli scopi principali della giovane realtà sono: creare una conoscenza fisica dei soci; sviluppare una comunicazione dialogica tra liberi cittadini; promuovere l'arte "dal basso", cercando di approfondire le problematiche sociali attraverso il mezzo artistico.


Dal 2013 al 2016 l'Associazione Culturale (No Profit) Thalìa organizza rassegne, festival, laboratori e stagioni artistiche. Collabora con molteplici associazioni bolognesi, instaurdano relazioni dirette e percorsi culturali condivisi. Inaugura una rivista culturale completamente autogestita e indipendente chiamata "La Voce di Thalìa".


La direzione artistica del gruppo è sempre tenuta da Simone Bevilacqua che nel frattempo cura le prime regie degli spettacoli "Una tragedia & una commedia", "Chi fa da sé LO fa per tre", " Rivoluzione Num. Enne" e "I monologhi delle tre donne" nell'ambito dei varietà che l'Associazione porta avanti dal 2013. Durante questi primi anni associativi emergono le personalità di Lino Bernardo Testa e Marzia D'Angeli (soci fondatori) che insieme a Simone Bevilacqua avvieranno una collaborazione più profonda, genitrice del progetto di spettacolo "H2O".


DIALOGICHE DI BASE • LE SCUDERIE • H2O


Il 28 Febbraio del 2015, al locale "Le Scuderie" di Piazza Verdi a Bologna, si tiene il primo incontro ufficiale del futuro gruppo teatrale, Teatro Ebasko. Scelti e coordinati dall'attuale regista, Simone Bevilacqua, nel finire dell'inverno i giovani attori iniziano a incontrarsi per mettere in scena una drammaturgia inedita. Con il supporto artistico di Lino Bernardo Testa e Marzia D'Angeli, si avvia il progetto di spettacolo H2O.

"H2O - Una tragicommedia grottesca" debutterà ad Aprile del 2015. Questo primo lavoro avrà decine di repliche in tutta Italia e all'estero.

Data la contemporaneità con l'Associazione Thalìa, il gruppo si costituirà legalmente solo il 29 Febbraio del 2016, diventando progetto indipendente.


Dal momento della costituzione e dal primo incontro nella quasi primavera del 2015, i componenti sono variati nel numero e nelle persone (fatte salve alcune eccezioni). Per mantenere traccia degli esordi riportiamo la formazione primitiva del gruppo: A. Kudaj, A. Altini, A. Di Castri, M. D'Angeli, D. Pizzulo, L.B. Testa, F. Sabaini, S. Stefanoni, V. Venga, S. Bevilacqua. Collaborazioni frequenti dei primi periodi erano con persone quali D. Pasini, M. Orrù, S. Marchese (creatrice del logo del gruppo) e V. Giustino. A settembre del 2016, dopo aver frequentato i laboratori del gruppo, entra in organico Martina Giampietri.


Negli anni seguenti si affrontano due temi fondamentali: il confine tra bene e male; il vizio teatrale nella sua forma estetica. Entrambe gli studi si concludono con due spettacoli inediti, rispettivamente "La Cosmétique" e "De' Canovacci". Importante per il giovane gruppo sarà la partecipazione al Festival Poverarte nella prima (mezza) edizione del 2015. Per tre anni, Teatro Ebasko, curerà la sezione teatrale del festival, organizzando spettacoli, laboratori, ospitalità, economia e comunicazione.


Durante queste prime estati il gruppo avvierà un progetto di residenze in Calabria, in una località chiamata Melissa, nella provincia crotonese. Nei luoghi del sud-Italia, la compagnia troverà gli scenari giusti per progetti culturali, laboratori e riadattamenti spettacolari. Iniziano così le sessioni nominate EbaskoSummer che stimoleranno al direttore artistico, la futura ideazione del progetto culturale di polo artistico stabile in quei luoghi rurali (tuttora in produzione) e l'attuale Ra. Me. - Le Radici del Mediterraneo.


PRIMI PASSI, PRIMI ANNI • APPRENDISTATI


Il regista e direttore artistico del gruppo, Simone Bevilacqua, inizia nell'Ottobre del 2016 il suo apprendistato come assistente alla regia di Stefano Tè, presso il Teatro dei Venti..Trasparenze Festival (condividendo anche l'organizzazione e la manodopera del Festival).


Il gruppo prende a modello e ad esempio il Teatro dei Venti di Modena, ispirandosi a questo nelle pratiche quotidiane e nella struttura artistico-poetica. Da Ottobre del 2017 Teatro Ebasko avvia un percorso di affiancamento della compagnia modenese, seguendo un progetto di training teatrale quotidiano sotto la supervisione del gruppo modenese e affiancando la conduzione dei corsi di formazione tenuti dagli attori della compagnia. Tutto Teatro Ebasko seguirà il progetto Ubu Re del Teatro dei Venti stabilito dal Coordinamento Teatro Carcere E-R affiancando la compagnia in tutte le fasi di costruzione e messa in scena dello spettacolo.


Nel biennio 2017-2018, il gruppo teatrale bolognese si dedica principalmente alla ricerca e alla formazione artistica. In questa fase si avvia lo studio sul concetto di limite e confine e soprattutto la ricerca antropologico-artistica sulla figura della donna come curatrice, strega e madre. Lo spettacolo di riferimento che più subisce l'influenza di questa fase è Mèlisse.

Teatro Ebasko A.P.S.


SEDI: Via dell'Uccellino 7, Bologna (BO), 40141; Via Salita Matteotti 14, Melissa (KR), 88814.


C.F. & P. IVA 13764551001